7 consigli di Brand Awareness

I social media sono un potente strumento di marketing per aumentare la brand awareness, ma può capitare che piccole e medie imprese non la inseriscano nella loro strategia perchè trovano complicato misurare il ROI. In più, una campagna ben focalizzata ha bisogno di tempo e risorse  dedicate per monitorare, mantenere e ottimizzare la presenza del brand sulle varie piattaforme.

Se stati facendo un buon lavoro e negli ultimi mesi la tua attività social ha visto un notevole incremento, è giunta l’ora di sfruttarla al meglio: puoi servirti di tutti i nuovi strumenti che hai a disposizione allo scopo di guadagnare potenziali clienti ed incrementare la riconoscibilità del tuo brand.
Non sai da dove partire? Ecco i magnifici 7 consigli che potranno aiutarti!

1 Ottimizza la tua presenza Social Media

Prima di pensare a come incrementare il tuo seguito di fan, followers, cerchie e quant’altro, hai bisogno di ottimizzare il tuo profilo.

Assicurati che la tua biografia sia la stessa su tutti i social networks, insieme al logo e all’indirizzo aziendale.

Se non hai consistenza potresti perdere potenziali nuovi clienti. Continua a leggere

Il successo sui social media dipende da una parola sola: Empatia!

empatia social media

empathyTutti usano i social media al giorno d’oggi e ognuno di noi cerca di comprendere come usare nel modo migliore questi nuovi canali di comunicazione, per ragioni personali o di lavoro, per creare relazioni o semplicemente per imparare. Spesso il motivo per cui ci muoviamo con difficoltà e fatica attraverso questi nuovi canali è perché non capiamo i fondamenti del social media.
E cioè: Hai bisogno di chiedere cosa la gente vuole prima di iniziare a parlare. Continua a leggere

Linkedin: la foto del vostro profilo veicola il giusto messaggio per la vostra carriera?

profilo linkedin

Una foto vale più di mille parole, recita un famoso adagio e si riferisce alla capacità che possiede una singola immagine di poter esprimere un concetto molto complesso.
Tenendo in considerazione questa premessa, proviamo insieme a capire perché su LinkedIn uno dovrebbe mettere la foto profilo che ritrae:

Continua a leggere

Linee guida per sviluppare un piano anti crisi

Una crisi è un evento improvviso, spesso destabilizzante, con il quale le imprese si devono confrontare sempre più spesso,  essendo ormai strettamente collegato al mondo Social Media, che per sua natura è aperto e in costante evoluzione.

Chiunque utilizzi le piattaforme di comunicazione social per il marketing sa che ci sono dei rischi da mettere in conto. Questo non significa dover abbandonare i propri presidi sui social networks. I benefici di una strategia di Content Marketing supportata dai Social sono numerosi, senza dimenticare il fatto che crescono ogni volta che avviene un’interazione tra il proprio brand e i social media.

Redigere un documento dove analizzare le azioni da compiere e i personaggi da coinvolgere attivamente, può aiutare ad essere preparati a qualunque crisi si sia chiamati ad affrontare e quindi a rispondere velocemente e con efficacia.

Purtroppo, non sempre le imprese danno la giusta importanza ad un simile evento e può capitare di dover affrontare delle emergenze in modo sbagliato, adottando comportamenti suggeriti dal panico e dalla fretta che potrebbero essere addirittura più dannosi della crisi stessa.

Come sviluppare un piano per gestire una crisi sui social
Continua a leggere

Questione di Feeling. Questione di Social.

Aprendo l’anima così,
lasciando uscire quello che
ognuno ha dentro,
questione di feeling
lasciando emergere in noi
spontaneamente quel che c’è
nascosto in fondo

E’ parte di una strofa di Questione di feeling. Te la ricordi? Non è proprio il mio genere musicale preferito, ma quando ho pensato di aprire questo blog, non so perché ma un braccio meccanico invisibile è andato a ripescare in qualche angolo polveroso della mia memoria questa canzone. All’inizio non ci ho fatto caso, ma poi col passare delle ore, non riuscivo a togliermela dalla testa.
“devo capire il perché” mi sono detta, e così ho cercato il testo e devo dire che sono rimasta piuttosto stupita. Mina e Cocciante ovviamente si riferiscono a tutt’altro, ma le loro parole esprimono perfettamente  quello che penso a proposito di social e comunicazione on line. E’ tutta questione di feeling. Di quale rapporto vuoi instaurare con chi ti legge,  di quanto decidi di dare a chi naviga nei tuoi profili, di quale parte della tua anima hai voglia di mostrare.
Parlare di Social Media e non avere abbastanza empatia risulta falso e noioso. Instaurare rapporti e creare reti di relazioni professionali on line senza il giusto feeling è un’impresa disperata: capire se può esserci un buon contatto con chi sta dall’altra parte del monitor è fondamentale.
Quindi questo è lo spirito con cui apro Questione di Social (non potevo chiamarlo in modo diverso): argomenti di SocialMedia e di Marketing 2.0 trattati in modo professionale, visto che sono il mio pane quotidiano, senza dimenticare che dall’altra parte del video c’è una persona reale, ci sei tu per la precisione.