La potenza delle emozioni nel web marketing

Ogni giorno siamo investiti letteralmente da centinaia di emozioni differenti dalle mille sfumature e tutte relative alle diverse situazioni sociali in cui ci troviamo. Le emozioni base sono: felicità/amore, tristezza, paura/sorpresa e rabbia e disgusto (ti ricorda qualcosa? ^_^  ). Queste “emozioni madre” sono poi in grado di generare molti altri livelli emozionali.

Questa è la famosa Ruota delle Emozioni di Robert Plutchik, che mostra solo alcuni di questi livelli generati dalle emozioni base.

Ruota delle emozioni

Che si possano usare le emozioni nel marketing è cosa ormai nota, persino lo zio Mark ne ha preso atto, cercando un modo per creare maggiore coinvolgimento sulla sua piattaforma.

Come funzionano le emozioni

Continua a leggere

Calendario editoriale settimanale per blog e social media

Lo ammetto, io sono una fanatica del metodo carta e penna. Quando penso a una lista o un evento da segnare, io ho già la penna in mano!

Nel momento in cui devo organizzare i miei impegni editoriali su blog e social, la prima cosa che faccio è elaborare un piano.
Scrivo una to-do list, aggiungo idee per il calendario, pianifico gli aggiornamenti social per il giorno dopo o la settimana successiva.

La pianificazione è una parte fondamentale della strategia social media

Dalla mia esperienza, ho avuto modo di notare che le aziende alle prese con la gestione di blog e account social, tendono ad avere almeno uno di questi due problemi con il social marketing: Continua a leggere

Content Curation: cosa è e come farla al meglio

La content curation è uno dei più semplici ed efficaci metodi per attrarre visitatori sul tuo sito e generare interesse nella tua attività.

Il trucco è ovviamente uno solo: farlo bene.

Cosa è la Content Curation

La content curation riguarda il processo di classificazione delle risorse presenti in rete:

la ricerca, l’organizzazione, le annotazioni personali e la condivisione di quei contenuti digitali che sono maggiormente rilevanti e di alta qualità su uno specifico argomento, confezionandoli in una nuova e più significativa veste per il proprio mercato di riferimento

Condividere articoli rilevanti, storie, news, editoriali in una maniera diversa permette di aggiungere al tuo sito contenuti interessanti più velocemente e con maggior efficienza. Continua a leggere

Chi è la tua audience e dove si trova

Se un albero cade nella foresta e nessuno lo sente, fa rumore?

Ovvio che si. Ma è come se non lo facesse visto che non è presente nessuno che possa raccontare di averlo sentito.
Si può dire lo stesso dei contenuti sui social media.
Se hai speso un sacco di tempo in strategia e a creare contenuti stupendi solo per fare fiasco, allora c’è qualcosa che non va.

Ci sono diverse ragioni per spiegare un contenuto non coinvolgente, ma è comunque necessario partire allineando il tuo contenuto alle persone che per te sono più importanti. Continua a leggere

Come pianificare la tua strategia di Visual Content

Non è un segreto che, per molti, i social media siano una sfida continua: in particolare, a rendere tutto più complicato, c’è il fattore “tempo”, sempre troppo poco per poter fare tutto. Ora che la strategia di social marketing deve preoccuparsi non solo della creazione di contenuti ma anche della loro diffusione, ciò di cui si ha bisogno è una guida. Oggi mi voglio in particolare dedicare al Visual Marketing e a come trarre il massimo dal nostro quotidiano lavoro sui social media. Continua a leggere

Le regole di comportamento sui Social

Il coinvolgimento è forse la metrica più significativa sui social media. Sfortunatamente a volte si rimane troppo focalizzati sull’aumento del coinvolgimento e per raggiungerlo si rischia di risultare un po’ rudi nei modi.

Avere a che fare con persone sgarbate è già poco tollerato nella vita reale; quando capita nelle interazioni online, si rischia si perdere in un attimo fiducia, credibilità e l’interesse faticosamente raggiunto.

Chi non segue le regole viene escluso: è una norma non scritta che conosciamo bene fin da bambini e sui social funziona allo stesso modo.

Soprattutto per i neofiti dei social media, ma purtroppo capita anche a chi è nel “giro” da tempo e fa le cose un po’ di fretta o con noncuranza, vengono commessi alcuni passi falsi in fatto di “buone maniere” che possono costare parecchio (ma che sono anche risolvibili con un po’ di buona volontà!) Continua a leggere

Profilo LinkedIn: come non scrivere il nostro sommario

Nel nostro profilo LinkedIn c’è una sezione particolarmente importante, che però viene spesso sottovalutata, a volte per pigrizia, altre perché non viene giudicata utile. Sto parlando del Sommario, quella parte in cui dobbiamo raccontarci, far sentire la nostra voce virtuale e renderci interessanti agli occhi di chi ci sta leggendo.

Liz Ryan, CEO and Founder di Human Workplace (se ancora non la seguite su LinkedIn, provvedete subito), ci ricorda 5 errori fatali che molto spesso commettiamo nello scrivere i nostri Sommari. Continua a leggere

L’importanza della nicchia

Combinare una nicchia specifica con un branding potente può aprire tutto un mondo nuovo ricco di vantaggi. Se stai cercando di espandere il tuo mercato restringendo il focus su cui puntare, ci sono alcuni punti fondamentali da ricordare.

Esci dall’oceano e tuffati in piscina!

Certo che puoi vendere a chiunque, ma in questo caso sei anche in competizione con chiunque. Siccome non puoi lavorare con tutti nemmeno se vengono a bussare alla tua porta, è molto meglio avere un tuo piccolo angolo di mercato. Cosa se capace di fare? Sei di aiuto alla gente? Puoi restringere la tua target audience? E quanto puoi andare in profondità? Continua a leggere

Il potere della Brand Advocacy

Chi è un sostenitore del brand

E’ un cliente totalmente soddisfatto, un dipendente appassionato, una persona che raccomanda la tua azienda senza essere pagato o ricevere altro tipo di incentivo.

Non bisogna confondere i sostenitori del brand con gli influencer. Di differenze ce ne sono diverse, dal profilo tipico che caratterizza entrambe le figure alla motivazione che li mette in moto, ma la differenza più grande tra gli Advocates e gli Influencers è la lealtà. Il tuo sostenitore promuoverà, supporterà e difenderà voi e la vostra azienda per anni. Continua a leggere