Gli errori di Visual Content che ti possono costare caro

Gli errori1

Sei impegnato a creare contenuti visual per il tuo business? Investi ore e ore nel fare immagini, infografiche, slide e video?

In questo articolo potrai leggere 4 errori che potrebbero costarti il traffico, le condivisioni e le vendite.

Non c’è alcun dubbio che il visual content sia al momento uno dei modi più apprezzati per veicolare messaggi e attenzione: tutti noi ormai possiamo creare immagini piuttosto che infografiche, slide o video avendo a disposizione centinaia di tool e app.

Se però non fai le cose nel modo giusto rischi di buttare al vento ore di lavoro a discapito della tua audience.

Dai un’occhiata a questi 4 errori e assicurati che non li stai commenttendo anche tu!

1 Dimenticare la tua “casa”

Uno dei Social dedicati al visual più in ascesa è senza dubbio Pinterest. Pinterest è molto coinvolgente. Come altri social può avere l’effetto di una droga! Per chi è un visual addicted come me, vedere tutte quelle foto meravigliose, le infografiche, i tutorial i video e iniziare a fare Pin come se non ci fosse un domani, è facile come bene un bicchiere d’acqua. Però non c’è niente di più sbagliato che partire di corsa e iniziare a lavorare con Pinterest, senza prima avere la tua base, e cioè il tuo sito web, correttamente ottimizzato.
Mi spiego meglio citando le parole di Apu Gupta, il co-fondatore di Curalate. Da una ricerca del suo team, è risultato che l’85% di contenuti pinnati dai siti a Pinterest erano pinnati dagli utenti e non dai brand. Bisogna capire che, nei visual network, le conversazioni vengono iniziate dagli utenti e non dai brand.

Per questo motivo avere un sito “impreparato” ad accogliere le esigenze degli utenti anche da un punto di vista visual, è un po’ tarparsi le ali da soli.

Avere contenuti visual ottimizzati sul tuo sito consiste nell’avere:

  • Immagini che bel si adattino a Pinterest (grandi, ben definite, sviluppate in verticale)
  • Immagini che risaltino e mettano in mostra il tuo brand
  • Immagini di testata con un semplice testo sovrascritto. In questo modo il cervello riceve il messaggio istantaneamente e viene contestualizzato senza perdersi in distrazioni.
  • Almeno un’immagine per ogni pagina

Non si tratta semplicemente di traffco verso il tuo sito. Si tratta di flussi di visitatori sul tuo sito e di visitatori che se ne vanno da tu sito con una tua immagine appresso!

2 Un’unica dimensione

Bisognerebbe ripeterlo come un mantra ogni mattina appena si accende il computer:

Non c’è una dimensione unica che vada bene per tutti i social.

Proviamo a pensare alle diverse caratteristiche delle piattaforme visual più usate.

  • Instagram riguarda il momento in essere, le foto sono quadrate o rettangolari (in senso orizzontale)
  • Pinterest riguarda l’ispirazione, l’aspirazione a fare qualcosa (come vendere o comprare) le immagini sono di preferenza verticali.
  • Facebook riguarda il restare in contatto ed essere coinvolgenti. Le dimensioni variano a secondo dell’uso: sulla coopertina della pagina hanno una dimensione, quelle per i post ne hanno un’altra.

Quando lavoriamo su un’immagine dobbiamo capire che non è solo il messaggio che trasmette ad essere importante, ma anche le dimensioni.

3 Nessuna coordinazione finale

Prima di creare il tuo contenuto visuale, pensa a dove vuoi guidare le persone che cliccano sull’immagine: al tuo sito? Al blog? Dove vorresti convogliare l’attenzione e il traffico?

Ci sono molte persone che investono ore nel creare un contenuto visuale stupendo, ma poi si perdono nel proprio nel finale.

Il visual content è come una macchina del tempo: può trasportare i fan da una qualsiasi piattaforma social al tuo sito in qualsiasi momento e più e più volte.

Questo vuol dire che investire tempo e risorse nel corretto contenuto visuale ti assicura una longevità che molto spesso altri contenuti non fanno e possono essere veicoli di traffico verso il tuo sito per diversi anni a venire.

4 Nessuna Call To Action

Ma veramente si creano ancora contenuti senza un invito all’azione? A dispetto di quanto si possa pensare, alle persone piace essere guidati nel fare qualcosa. Lasciare l’utente totalmente libero senza indicargli cosa può fare, si traduce molto spesso nella perdita di quel contatto nel limbo.

La domanda che ci si deve fare prima di creare il contenuto è:

Cosa voglio che facciano?

  • Semplice mi piace o commento?
  • Condividere i tuoi contenuti?
  • Click al tuo sito?
  • Iscriversi alla tua newsletter?
  • Iscriversi ad un webinar o evento?
  • Comprare i tuoi prodotti e/o servizi?

La call to action può essere inclusa nell’immagine stessa o nella descrizione. Puoi inserire l’invito anche nell’alt-text dell’immagine insieme al titolo del post o della pagina dove li stai indirizzando.

Se non sai cosa vuoi che facciano i tuoi lettori/clienti/fan e non chiedi loro di fare nulla, probabilmente andranno a finire nel sito di qualcun altro!

Un bellissimo articolo su Social Media Examiner esamina in dettaglio 7 modi per spingere l’attenzione grazie al Visual Content: ci spiega come creare Gif animate da un video su youtube, come usare il plugin  WWM Social Share On Image Hover per un effetto mouseover molto coinvolgente, come disegnare contenuti how-to interattivi e molto altro: io l’ho trovato davvero interessante!

E ora le infografiche!

10 tipi di contenuti visuali per il tuo Brand!

10 tipi di contenuti visuali per il tuo Brand!

10 tipi di contenuti visuali per il tuo Brand!

Come aumentare l’engagement con il tuo visual content

Come aumentare l'engagement dei tuoi contenuti visuali

Come aumentare l’engagement dei tuoi contenuti visuali

 

Instagram per il tuo business

visual content instagram

Instagram per aziende

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...