Le regole di comportamento sui Social

le-buone-maniere

Il coinvolgimento è forse la metrica più significativa sui social media. Sfortunatamente a volte si rimane troppo focalizzati sull’aumento del coinvolgimento e per raggiungerlo si rischia di risultare un po’ rudi nei modi.

Avere a che fare con persone sgarbate è già poco tollerato nella vita reale; quando capita nelle interazioni online, si rischia si perdere in un attimo fiducia, credibilità e l’interesse faticosamente raggiunto.

Chi non segue le regole viene escluso: è una norma non scritta che conosciamo bene fin da bambini e sui social funziona allo stesso modo.

Soprattutto per i neofiti dei social media, ma purtroppo capita anche a chi è nel “giro” da tempo e fa le cose un po’ di fretta o con noncuranza, vengono commessi alcuni passi falsi in fatto di “buone maniere” che possono costare parecchio (ma che sono anche risolvibili con un po’ di buona volontà!)

1 Appena entri in un gruppo, inizi subito a postare i tuoi servizi, prodotti o altri contenuti che ti riguardano

Questo può succedere in particolare nei gruppi su Facebook e su LinkedIn. Se l’auto-promozione è consentita entro certi limiti, ci sono comunque delle linee guida importanti:

  • Non essere troppo personale
  • Evita topic su politica e soldi, a meno che non ti trovi in un gruppo di quell’argomento preciso.
  • Non scrivere mai quanto odi il tuo lavoro
  • Non essere cattivo
  • Non cambiare il soggetto un volta che hai postato
  • Leggi sempre le regole del gruppo

2 Non taggare persone su Facebook, se non hai il loro consenso

E’ sicuramente una feature che si usa spesso, ma solo con chi si conosce bene.
Prima di taggare qualcuno che hai appena conosciuto e che magari è legata a te solo attraverso la condivisione di gruppi, chiedi il permesso prima di farlo. E soprattutto non farlo come pratica per promuovere te stesso e il tuo lavoro a meno che tu non li abbia menzionati per il loro buon lavoro.

3 Se un tuo amico/fan/follower commenta il tuo stato/aggiornamento/tweet, è buona educazione rispondere

Basta una semplice risposta di cortesia o un “mi piace” al suo commento. Non è chiedere troppo vero?

4 Se un tuo amico/fan/follower condivide di tanto in tanto (o spesso) i tuoi contributi, potresti fare anche tu la stessa cosa

Ogni tanto ti soffermi a leggere cosa fanno i tuoi “amici” social? O ti interessi solo del tuo piccolo giardino e, al massimo, dei tuoi dirimpettai? Dedica del tempo a leggere i blog anche di quello/a che magari non conosci benissimo: potresti avere piacevoli sorprese, oltre che ricambiare la condivisione che hai ricevuto.

4a Quando condividi i contenuti di altri che ti sono sembrati utili, fai i complimenti o ringrazia l’autore del post

Altrimenti detto “dai a Cesare quel che è di Cesare” … Insomma, si tratta di una stretta di mano, una pacca sulla schiena, un riconoscimento per il buon lavoro svolto.

5 Non sparare tweet a raffica

Troppi tweet in rapida successione non vanno bene. Sappi che è uno dei motivi per cui la gente decide di non seguirti più!

perché utenti unfollow

Immagine trovata sull’articolo di Pam Neely “9 Social Media Etiquette Rules You Need to Stop Breaking”

6 Su twitter non abusare degli hashtag

Ci sono diversi articoli che puoi trovare online sull’uso corretto degli hashtag nei vari social. Queste sono le linee guida più importanti da tenere a mente:

  • Che siano coerenti
  • Che non siano eccessivamente lunghi
  • Non tutte le piattaforme sono uguali: se ne usi troppi sul social sbagliato ottieni l’effetto contrario, e cioè la gente non ti ascolterà.

7 Non mandare messaggi automatici quando qualcuno inizia a seguirti su Twitter (…o qualsiasi altra piattaforma)

Investire il tuo nuovo follower con messaggi promozionali è il miglior modo per farlo tornare sui suoi passi. Se proprio devi, come primo contatto scrivi una frase di ringraziamento, ma non entrare subito in “modalità vendita”.

8 Non solo contenuti tuoi

E’ uno dei comportamenti di cui più si parla e discute sui social, eppure nonostante se ne parli, rimane una delle pratiche più usate da molte pmi. E spesso non è perché non conoscono questa “regola”, ma perché vivono nella paura che i loro utenti vadano a cliccare di più sui contenuti di terzi dimenticandosi di loro (paura che si rivela errata!). Aziende, condividete contenuti coerenti, che non siano solo vostri o finirete per annoiare tutti!

9 Ringraziare di tanto in tanto!

E’ ovvio che non si può ringraziare ogni volta che un tuo post viene condiviso, ma un “grazie” ogni tanto ci vuole!

Ecco le infografiche:

Le buone maniere sui social

Le-buone-maniere-sui-social1

Le regole di comportamento su Facebook

Regole di comportamento su facebook

Regole di comportamento su facebook

Come comportarsi online per essere un cittadino digitale migliore

cattive maniere online

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...