5 motivi per cui il tuo articolo non verrà letto!

perché il tuo articolo non verrà letto

Ogni giorno leggo un’infinità di articoli e post. Ci sono alcuni blogger che adoro per come scrivono e per le idee che comunicano. A volte sono proprio i loro articoli a darmi l’ispirazione per scrivere i miei articoli. Amo condividere e promuovere il lavoro degli altri quando lo ritengo valido e di qualità!

Nella grande varietà di articoli che leggo, però, ci sono anche quelli che non mi intrigano abbastanza e che mi fanno cliccare sulla X più velocemente di quanto si possa dire “aspetta! posso spiegare…” a causa della prima impressione che ho avuto.

Ecco quali sono le cose che davvero fanno scappare i lettori, a mio parere. Continua a leggere

Le regole di comportamento sui Social

Il coinvolgimento è forse la metrica più significativa sui social media. Sfortunatamente a volte si rimane troppo focalizzati sull’aumento del coinvolgimento e per raggiungerlo si rischia di risultare un po’ rudi nei modi.

Avere a che fare con persone sgarbate è già poco tollerato nella vita reale; quando capita nelle interazioni online, si rischia si perdere in un attimo fiducia, credibilità e l’interesse faticosamente raggiunto.

Chi non segue le regole viene escluso: è una norma non scritta che conosciamo bene fin da bambini e sui social funziona allo stesso modo.

Soprattutto per i neofiti dei social media, ma purtroppo capita anche a chi è nel “giro” da tempo e fa le cose un po’ di fretta o con noncuranza, vengono commessi alcuni passi falsi in fatto di “buone maniere” che possono costare parecchio (ma che sono anche risolvibili con un po’ di buona volontà!) Continua a leggere

Profilo LinkedIn: come non scrivere il nostro sommario

Nel nostro profilo LinkedIn c’è una sezione particolarmente importante, che però viene spesso sottovalutata, a volte per pigrizia, altre perché non viene giudicata utile. Sto parlando del Sommario, quella parte in cui dobbiamo raccontarci, far sentire la nostra voce virtuale e renderci interessanti agli occhi di chi ci sta leggendo.

Liz Ryan, CEO and Founder di Human Workplace (se ancora non la seguite su LinkedIn, provvedete subito), ci ricorda 5 errori fatali che molto spesso commettiamo nello scrivere i nostri Sommari. Continua a leggere

Content curation: come aumentare il valore dei nostri contenuti

Lo sapete che ogni giorno, secondo una ricerca di Nielsen e AOL, vengono condivisi più di 27 milioni di contenuti? E sono dati relativi al 2011!
Questo dimostra quanto sia vera l’affermazione secondo cui se il contenuto è re, la distribuzione dei contenuti è regina.
In mezzo a questo mare di parole, titoli e immagini, come possiamo mettere in evidenza i nostri contenuti e farli brillare più degli altri? E come capire quali sono i contenuti che hanno più possibilità di essere condivisi, come curarli per aumentarne il valore?
In un bel libro di Rohit Bhargava “Non-Obvious: How to Think Different, Curate Ideas and Predict the Future”, l’autore ci illustra uno schema per identificare quei trend che deviano dalle tematiche ovvie e dalla scrittura noiosa per dirigerci verso qualcosa di non scontato e originale.

150211-bhargava-5-habits

Da: “Non-Obvious: How to Think Different, Curate Ideas and Predict the Future”

Ci sono 5 comportamenti che chi si occupa di contenuti deve avere:

Continua a leggere