Il potere della Brand Advocacy

sommario-2

Chi è un sostenitore del brand

E’ un cliente totalmente soddisfatto, un dipendente appassionato, una persona che raccomanda la tua azienda senza essere pagato o ricevere altro tipo di incentivo.

Non bisogna confondere i sostenitori del brand con gli influencer. Di differenze ce ne sono diverse, dal profilo tipico che caratterizza entrambe le figure alla motivazione che li mette in moto, ma la differenza più grande tra gli Advocates e gli Influencers è la lealtà. Il tuo sostenitore promuoverà, supporterà e difenderà voi e la vostra azienda per anni.

Perché coinvolgere i brand advocates?

I tuoi sostenitori sono i migliori agenti di marketing e commerciali, per tre ragioni.

Primo, sono molto influenti. Il 90% della gente crede nelle cose che gli vengono dette. Ti sarà capitato di ignorare o non considerare una pubblicità, ma se un amico ti raccomanda un ristorante, un hotel, una macchina, una palestra o qualsiasi altra cosa, tu sei molto più incline a comprare quel determinato servizio.

Secondo, sono degni di fiducia. La fiducia, nel momento in cui ci si fa un’opinione su un brand, prodotto o servizio, conta più del 58%.

Terzo, hanno una elevata capacità di coinvolgere. Il 67% di chi compra online spende molto di più in seguito a suggerimenti e raccomandazioni avute da un “amico di community”. Il fatto che i sostenitori del tuo marchio/azienda, condividano genuinamente e spontaneamente delle informazioni sui tuoi prodotti/servizi, permette di aumentare il ROR (Return Of Relationship) e di mettere in moto una forza marketing virtuale molto potente.

Come identificare i tuoi sostenitori

Il modo più semplice è porre la domanda: “Su una scala da 1 a 10, quanto vorresti raccomandarci?” Chi risponderà con 9 o 10 è da considerarsi advocate.
Naturalmente i primi che dovresti “arruolare”sono i tuoi dipendenti/colleghi. Quando i tuoi collaboratori condividono qualcosa umanizzano l’azienda e aumentano il sentimento di fiducia percepito: un loro post ha un impatto diverso da quello di un post aziendale e una loro condivisione ha lo stesso valore di 100 Follower

Quali errori non commettere

L’errore più grande è quello di pagare o fornire incentivi agli advocates. Nella maggioranza dei casi, i tuoi sostenitori raccomandano la tua azienda o il tuo prodotto perché ne sono rimasti piacevolmente colpiti, hanno quindi avuto un’esperienza talmente positiva con te che vogliono far provare anche ad altri. Dare del denaro o un compenso per delle raccomandazioni è una soluzione che non sta in piedi e non porta da nessuna parte. E pregiudicherebbe la fiducia che gli altri concedono, rimarrebbe sempre il dubbio: “ma lo dice perché lo pagano?”

Quali risultati aspettarsi dal brand advocacy marketing

Secondo l’Online Marketing Institute, quando un Advocate condivide un’offerta promozionale, si può raggiungere una conversion rate del 56%. Se condivide una recensione su TripAdvisor di un hotel, questo scala il ranking di 50 livelli. In poche parole, se si riesce a costruire un serio e valido programma di Brand Advocacy, il ritorno potrebbe davvero portare risultati sorprendenti.

Quando deciderai di elaborare una strategia su come coinvolgere i tuoi sostenitori, sii creativo. Cerca piattaforme idonee e non farti mai mancare gli strumenti per mantenere acceso l’interesse dei tuoi brand advocate. Ringrazia e condividi i contenuti che hanno creato relativi alla tua azienda, al tuo prodotto o al tuo servizio. Concedi ai tuoi sostenitori l’esclusività: essere i primi ad avere informazioni sui tuoi prodotti o sugli eventi che organizzi li farà sentire ancora più partecipi.

La cosa importante da ricordare per avere successo con un programma di brand advocacy è che si tratta di un lungo viaggio. Studia un piano per recuperare membri coinvolti e interessati, fai uno sforzo per costruire forti relazioni con loro e mostrati sinceramente grato per il loro supporto.

Tante infografiche per saperne di più!

influencers vs brand advocates

influencers vs brand advocates

brands advocates: cosa possono fare per te

brands advocates: cosa possono fare per te

come rintracciare e tenersi stretti i brand advocates

come rintracciare e tenersi stretti i brand advocates

Brands advocates: i tuoi collaboratori

Quanto sono importanti i tuoi colleghi/dipendenti per un una strategia di brand advocacy

 

 (articolo scritto per redcube.it)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...