5 consigli per fare storytelling aziendale

Il potere dello storytelling è qualcosa che ancora oggi molte aziende non hanno compreso in pieno e che non riescono declinare nei loro impegni di marketing per brand e prodotti. Quando le informazioni sono comunicate sotto forma di storia, è provato che le persone riescano a raccontarle e ricordarle meglio. Le storie hanno l’abilità di scatenare emozioni, che siano di felicità, empatia, fiducia o rabbia. Quando ascoltiamo, non viene attivata solo la parte del cervello dedicata al processo del linguaggio, ma anche quelle dedicate alle esperienze già vissute. Le storie che riguardano il cibo attivano la corteccia delle sensazioni, una storia sul movimento attiva la corteccia dedicata alle azioni motorie: in sostanza, il nostro cervello viene maggiormente coinvolto quando ascoltiamo una storia.

Fare brand storytelling non è poi una novità: diverse aziende hanno usato l’advertising per evocare emozioni attraverso il racconto, per anni. Ad essere cambiato è il panorama: la rivoluzione digitale ha spronato la nascita di nuove piattaforme, canali e device attraverso cui condividere e raccontare storie, aprendo nuove e migliori opportunità e nello stesso tempo grandi sfide.

Come puoi distinguerti dal rumore di fondo, far ascoltare le tue storie e farle piacere ai tuoi clienti?

Rivela le tue storie

La domanda più comune è questa: “Di cosa può parlare la nostra azienda sui social media, nelle newsletter, nel case study e perché qualcuno dovrebbe curarsi di noi?”

Innanzitutto ognuno ha una storia. Sono tutte le cose che fai nel quotidiano e che spesso dài per scontate, come fornire contenuti utili e interessanti. Le storie possono essere trovate ovunque: nelle esperienze dei tuoi clienti, negli eventi che hai organizzato, nel progetto a cui stai lavorando, nel nuovo prodotto o servizio che hai introdotto.

E perché ti dovrebbero ascoltare? Facendo esempi di vita reale e raccontando storie facendo leva sulle personalità della tua audience, le tue storie saranno le uniche vorranno ascoltare.

Comunica i valori della tua azienda

Di cosa si occupano il tuo brand e la tua attività? Sei orgoglioso del tuo customer service? Sei innovativo, creativo, credi nei tuoi prodotti o servizi? Definisci cosa rende grande la tua azienda, racconta la storia dei tuoi primi passi.

Rendi le tue storie vivaci

Applica i principi base della narrazione: una storia deve avere un inizio, uno svolgimento e una fine. All’inizio imposta la tua storia; chi, cosa, perché, dove, quando. Nello svolgimento presenta il problema che hai dovuto affrontare, il conflitto o i dubbi che hai dissolto, infine presenta il finale “felici e contenti”

Una buona storia è quella che provoca una reazione emotiva. Ascolta paure/problemi dei tuoi clienti. Illustra come i tuoi prodotti e servizi possono redere la vita più facile, meno stressante e comunica tutto questoattraverso una storia. Ricorda che il punto focale non sei tu. Devi capire il tuo mercato di riferimento e la tua audience, e interagire con loro come nella vita reale. Chiedi alle persone del loro stile di vita, dei loro problemi, degli interessi e necessità.

Usa un formato appropriato

Nonostante sia vero che “the content is king”, come rendi fruibile questo contenuto è il centro della sfida del marketing.

Le tue storie non devono essere solo coerenti e coinvolgenti, ma devono essere facilmente “digeribili” qualsiasi formato abbiano.

Una storia che va bene per Facebook non è necessariamente un contenuto adatto ad un case study. Ricorda che le storie non sono fatte di sole parole. Immagini, video, infografiche, sono tutti modi per condividere la storia del tuo brand e e coinvolgere l’utente.

Come recapitare tutto questo ai tuoi interlocutori? Via mail, via social media o anche attraverso whitepaper.

Considera la condivisibilità del contenuto. Gli utenti non andranno a condividere i dati tecnici del tuo prodotto o la lista dei tuoi servizi ai loro amici. Invece è più facile che condividano le storie dei benefici che portano i tuoi prodotti/servizi; l’impatto che ha ciò che offri nelle loro vite. Rendi le tue storie semplici da condividere attraverso molteplici piattaforme.

Al di là del formato, bisogna conoscere perfettamente le regole alla base di ciascun social per raggiungere la massima efficacia nelle condivisioni.

Lascia alle persone un motivo per tornare

Se fornisci un servizio, devi dare la giusta quantità di informazioni al momento giusto: non tutto subito, prima che sia pienamente coinvolto, ma abbastanza per agganciarlo. Ricorda che le persone tornano per cercare altre storie. Del contenuto significativo condiviso su molteplici canali, darà agli utenti una ragione per tornare di nuovo.

Nello scenario frenetico del social marketing, le storie stanno diventando parte essenziale del coinvolgimento con i clienti. Impara a padroneggiare l’arte dello storytelling, per ottenere tutti i vantaggi e benefici che comporta!

Clicca qui, per visualizzare o scaricare la presentazione di quest’articolo su SlideShare

Questa invece è un’infografica che evidenzia come lo storytelling influenzi il cervello:

storytelling come influenza

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...