Gli errori più gravi di content marketing per il successo di un brand

5 errori content1

Nei mesi scorsi ce l’hai messa tutta, per la tua attività, il tuo brand e la tua azienda. Hai individuato gli elementi di forza nella strategia da adottare sulle piattaforme social media, hai investito risorse per costruire la tua campagna di contenuti e ora sei determinato a seguire la direzione che hai identificato come migliore per diventare un punto di riferimento della tuo mercato. Ora ti senti pronto per spingere i tuoi contenuti utilizzando ogni metodo e strategia.

C’è solo un piccolo problema. Se non fai attenzione, potresti essere in procinto di commettere 5 tra gli errori più gravi per il successo di un brand o di un’azienda sui social media e in generale nel marketing online.

Errore n. 1 – Non conosci le tue buyer personas

Chi sono le persone che comprano i tuoi prodotti o servizi? Chi è la tua audience? Quali ricerche fatto per determinare le abitudini dei tuoi compratori chiave? Come puoi lanciare una strategia di contenuti che vada bene su ogni piattaforma e che incorpori blog, social media, inbound marketing senza sapere con certezza chi sono i tuoi lettori? Identificare le personas ti aiuterà a fornire contenuti su misura per la tua audience ideale. Prenditi del tempo per studiare chi sono i tuoi compratori e quali argomenti interessano maggiormente.

Errore n. 2 – Stai creando troppi contenuti troppo in fretta!

Sai che il contenuto crea diverse opportunità sui social, dall’intercettazione di influencer, ai vantaggi SEO, all’incremento della generazione di lead. Diciamo che non vedi l’ora di poterti buttare a capofitto nella battaglia e già ti immagini uscirne vittorioso. Hai preparato ebooks, articoli per blog, campagne social, dem e stai collaborando con guest post e contributi da esperto su piattaforme relative al tuo campo. Fermati un attimo per guardare tutto quello che stai facendo. Se sei un singolo imprenditore o hai un piccolo team, puoi davvero colpire tutti questi obiettivi allo stesso tempo? In quante direzioni puoi viaggiare mantenendo il ritmo della corsa? Prima di lanciare il tuo contenuto in ogni dove, organizzati e sii realistico! Un approccio orientato al “volume” di contenuti generati è sbagliato. Qualità e coerenza devono essere gli obiettivi a cui puntare. Crea un piano di contenuti che non sia solo efficace ma raggiungibile.

Errore n. 3 – Non sai cosa significhi “contenuto personalizzato”

Se ogni tanto ti è capitato di leggere articoli del Content Marketing Institute, saprai che l’adaptive content è una vera e propria tecnica strategica disegnata per supportare significative, personalizzate interazioni attraverso i canali. In parole povere, il contenuto deve sia adattarsi al mezzo utilizzato sia essere personalizzato in relazione alla audience target.
Un po’ di numeri per avere un quadro della situazione:

  • il 48% di chi acquista online dice di preferire lo smartphone
  • il 74% di chi acquista online si sente frustrato quando i contenuti che appaiono non hanno niente a che fare con i loro interessi.
  • le email personalizzate aumentano il CTR del 14% e le conversioni del 10%
  • il 60% dei consumatori approccia più volentieri con un’azienda dopo aver letto sul sito contenuti personalizzati

Il contenuto personalizzato riflette la tua abilità nel capire i motivi, le sfide e le necessità dei consumatori ed esprime il tuo desiderio di fornire un’esperienza unica e su misura. Ricercare e incorporare elementi di contenuto personalizzato sarà un must per chiunque vorrà ottenere successo nel content marekting.

Errore n. 4 – Non riesci a cogliere il potere dell’inbound

L’inbound marketing si focalizza sullo sviluppo di contenuto cliente-centrico e fa leva sul fatto che questo contenuto produca risultati (e cioè nuovi clienti). Il suo cuore  sta nella creazione di contenuti notevoli che vengano recapitati alla tua audience via blog, piattaforme social, per usarli poi a tuo vantaggio nel raggiungimento degli obiettivi di business prefissati. Invece di spingere messaggi fastidiosi che generalmente l’utente tende ad ignorare, bisogna focalizzare l’attenzione sul fornire contenuti in modo educato ma che nello stesso tempo coinvolga e permetta di essere trovato online. Il potere dietro ad un efficace programma di web marketing è che clienti e prospect decidano di darvi le loro informazioni di contatto in cambio del miglior contenuto che voi potete offrire.

Errore n. 5 – Non avere un piano per i video

Non si può prendere in considerazione una strategia di contenuti senza includere i video, o i contenuti visuali in generale. Puoi pensare di creare un solo video che incorpori la filosofia del tuo brand, i valori della tua azienda e parlare direttamente ai tuoi clienti inserendolo nel tuo sito, oppure creare brevi video in cui dai consigli o rispondi a domande frequenti relative alla tua attività, da condividere poi sui social media. Includere elementi visuali vivaci e coinvolgenti nella tua strategia ti sarà di supporto in tutta la campagna di marketing. Sii creativo con infografiche, meme, illustrazioni che raccontino la storia della tua azienda e conquisterai la fiducia dei tuoi clienti.
Social Media Examiner ha pubblicatoun articolo dove sottolinea 7 modi per usare i video allo scopo di dare una spinta ai tuoi sforzi di social media marketing.

Questa è un’infografica che illustra i 7 passi per arrivare al successo con l’inbound marketing.

inbound marketing consigli e strategie

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...