Come funzionano gli #Hashtag: esempi e consigli per introdurli nella vostra strategia social media

hashtag come funzionano e come si usano

HashtagTutti noi abbiamo visto e sentito parlare di hashtag. Si, è vero, ho scritto ‘sentito’ perché ormai si è imposto sia nella cultura contemporanea che nelle campagne di advertising. Un blogger inglese, piuttosto conosciuto a dire il vero, ha recentemente scritto un post riguardo a come l’hashtag abbia rovinato il linguaggio moderno. A prescindere dall’origine e da come voi vi ponete nei confronti dell’utilizzo degli hashtag, è senza dubbio un simbolo che non verrà abbandonato tanto facilmente.

Iniziamo con qualche esempio di campagne adv condotte attraverso l’uso dell’Hashtag: molto coinvolgente quella di Honda che a livello europeo ha chiesto agli utenti di condividere su Twitter le loro foto di viaggio con #myjourney.  
#unmotivoinpiù è invece l’hashtag usato da Enel per lanciare la sua nuova offerta commerciale e favorire la conversazione e il confronto con gli utenti anche se, facendo una ricerca per trands su Twitter il risultato non è proprio a favore di Enel: in molti stanno usano questo Hashtag per dichiarare il proprio “motivo in più” per fare o non fare qualcosa che con Enel ha poco a che vedere.

Su slideshare potete guardare questa bella presentazione di Valentina de Caro che illustra interessanti statistiche e una serie di case history del 2013.

La storia dell’ hashtag

Fino a poco tempo fa, l’hashtag era usato esclusivamente da utenti Social Media. Ora il suo utilizzo abbraccia sia la sfera marketing che quella dell’industria di advetising: è diventato parte della cultura popolare.
L’hashtag però non è percepito sempre nello stesso modo: c’è chi lo vede come organismo strettamente collegato ai social media, chi invece lo sente più come un disturbo  all’interno di discussioni, altri ancora vedono l’hashtag come un modo per esprimere il pensiero del momento.

La verità è che l’hashtag è frainteso da molti e spesso l’uso che se ne fa è molto scorretto.
Guardate questo video molto divertente con Justin Timberlake e Jimmy Fallon, dove insieme dimostrano con ironia i diversi modi di utilizzo dell’hashtag nelle conversazioni.

Esempi di Hashtag andati male.
Poiché un hashtag mette insieme un acronimo o una serie di parole senza spazi, sfortunatamente l’interpretazione personale può trasformare una buona intenzione in Epic #Failures.
Bisogna sempre fare un piccolo sforzo nella selezione dell’hashtag: innanzitutto fate una ricerca iniziale per controllare che nessun altro prima di voi abbia usato la stessa combinazione di parole, e poi provate a scriverlo per assicurarvi che non dia adito a cattive interpretazioni.

Un hashtag una volta immesso non può più essere controllato e tramutarsi in un arma a doppio taglio.
#McDStories è un esempio di hashtag fuori controllo. Inizialmente studiato per promuovere la qualità dei suoi fornitori, gli utenti l’hanno invece travisato e utilizzato per raccontare le proprie esperienze (spesso negative) relative a McDonald.
Come abbiamo visto poche righe fa, anche #unmotivoinpiù è ormai alla mercé degli utenti.

Utilizziamo i motori di ricerca

BeFunky_hashtags-guide.jpgGli Hashtag possono diventare uno strumento molto potente, se si capisce il modo in cui utilizzarli al meglio.

Gli Hashtag sono un metodo efficiente per cercare contenuto relativo a specifici argomenti.
Oltre che sulle piattaforme social come Twitter, Facebook, Instagram, Pinterest, Google+ e Youtube, le ricerche tramite hashtag si possono eseguire anche su Google, Bing e Yahoo.

Quando le conversazioni vengono ottimizzate con l’hashtag queste diventano subito visibili da tutte le altre piattaforme e motori di ricerca. Una ricerca per hashtag vi mostrerà istantaneamente dove è stato usato tale hashtag identificando anche un pubblico preciso e i suoi interessi.

Sui motori di ricerca Google, Yahoo e Bing , ormai basta digitare # e una lettera per visualizzare subito gli hashtag consigliati.

A chi appartengono gli hashtag?

Se create un Hashtag, potete registrarlo su Twubs e da lì potete anche tracciarlo seguendone l’evoluzione.
Il fine di un hashtag è essete utilizzato dal maggior numero di persone.
Se usate un # legato ad un evento specifico, assicuratevi di includerlo in tutti i vostri profili social o inseritelo in un post nel vostro sito, ancora meglio create un sito web specifico.
Se un volta gli hashtag erano solo una caratteristica di Twitter, ora appaiono ovunque, online e offline, sempre con l’intento di promuovere engagement.

5 Qualche consiglio per usare gli Hashtag nel modo migliore

1 – Ricerca
Vuoi sapere di cosa parlano i tuoi clienti, cosa fano i tuoi competitor o come i media stanno reagendo ad uno specifico argomento relativo ad un tuo prodotto o servizio? Gli Hashtag sono molto utili per identificare la frequenza e la diffusione dei topics.

2 – Facilitare discussioni
Gli Hashtag sono il modo migliore per portare la gente a parlare e a farla intervenire in una discussione. Per esempio #seochat identifica un flusso di conversazioni per chi si interessa di motori di ricerca ottimizzato su Twitter.
Gli Hashtag spesso identificano gli argomenti più popolari su diverse piattaforme: per esempio su Google+ sono gli “Hot Topics” e su TWitter sono le “Tendenze” o Trending.  È una modalità semplice per capire quale conversazione può essere rilevante per i tuoi obiettivi, offrendoti allo stesso tempo la possibilità di entrare in discussione ed espandere la tua rete sociale.

3 – Breaking News, Istruzioni in caso di emergenza e Informazioni in caso di disastri naturali
L’hashtag viene utilizzato per comunicare attorno a situazioni dove i normali media non possono accedere.
La rivoluzione in Iran, la sommossa turca, lo tsunami in thailandia sono esempi di come l’hashtag possa diffondere news ed avere una diffusione molto maggiore rispetto a televisione, radio e stampa.

4 – Promuovere un evento
E’ forse uno dei migliori strumenti per pianificare e promuovere un evento e permettere alla gente di connettersi prima durante e dopo l’evento stesso.

5 – Usare l’Hashtag per raggiungere i clienti
Gli Hashtah sono un ottimo mezzo per presentare offerte speciali, fissare campagne e aiutare nella promozione del brand. Decidere quali hashtag usare o cercare quelli relativi alla conversazione cui vorreste partecipare, richiede un piccolissimo ma necessario sforzo di ricerca visto che i trends possono cambiare con una certa frequenza.

Gli hashtag hanno un valore quando usati correttamente.
Qui trovate alcune risorse per aiutarvi ad identificare ed usare gli Hashtag per espandere la vostra diffusione e visibilità online.

  • Hashtagig.com – fornisce i top 100 # su Intagram
  • Hashtag.org offre diversi insight nelle tendenze # su Twitter, oltre che analytics avanzate che però richiedono un spesa mensile
  • Potete osservare i trends direttamente su Twitter e cambiare le vostre preferenze per vedere di cosa parla la gente.

Un #hashtag è per sempre

hashtagTutto su internet è per sempre. L’hashtag non fa eccezione.
Uno dei più efficaci strumenti per vedere la vita di un hashtag attraverso link, tweets, foto, video e influencers attraverso il web è Topsy.com, acquistato da Apple. Con Topsy è possibile cercare e tracciare milioni di conversazioni pubblicate su Twitter, ordinate per rilevanza o per data, è quindi un potente mezzo per effettuare ricerche e pianificare le vostre interazioni Social Media a supporto dei vostri obiettivi.

L’hashtag è un vero e proprio strumento da usare per raggiungere nuovo pubblico, connettere persone con gli stessi interessi e facilitare il flusso di conversazione.
Pensate che gli Hashtag possano fare parte della vostra strategia social media?
hashtag_history

2 pensieri su “Come funzionano gli #Hashtag: esempi e consigli per introdurli nella vostra strategia social media

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...