SEO e Social: è vero Amore? Ovvero, come i segnali social influenzano i motori di ricerca

Social Signals e SEOI segnali social come noi li conosciamo sono entrati nel range della SEO da circa tre anni. Nel dicembre 2010 Danny Sullivan per primo ha scritto un articolo provocatorio proprio sui segnali social e il loro impatto nella SEO. Matt Cutts ha confermato (qui il video) pochi giorni dopo e da allora i segnali social hanno continuato a rivestire sempre più importanza.

Il dibattito comunque non riguarda tanto se i segnali social abbiano o meno un impatto sul ranking, quanto piuttosto il modo in cui alcuni fattori lo influenzino rispetto ad altri.  E mentre noi non sappiamo con sicurezza se siano davvero vicini al sorpasso o se abbiano già sorpassato il tradizionale backlinks come fattore di ranking, in ogni caso è probabile che siano in ascesa. Quali siano i segnali social più importanti e come influenzino i motori di ricerca lo mostra un’approfondita infografica:

“The impact of Social Signals in SEO” by SociSynd. Su Pinterest trovi l’infografica completa.
infogtafica_social_signals
Local Seo Opinions

Quale fra i segnali social è il più importante?

I segnali social più influenti sono:

  • Numero di likes per il tuo brand
  • Numero di condivisioni del tuo contenuto su Facebook
  • Followers di Twitter
  • Tweet in cui è linkato o menzionato il tuo brand
  • Numero delle cerchie di G+
  • Numero di persone che hanno fatto +1 al tuo contenuto

Secondo un comunicato di Search Metrics risulta che i likes e le condivisioni di Facebook, e le condivisioni di Twitter abbiano un forte impatto come segnali social nei risultati di ricerca su Google. Per Bing, Facebook e Twitter le condivisioni hanno sempre importanza ma in modo differente. Ovviamente ci sono altri fattori Social Media come per esempio i re-pin  di Pinterest o i Check-in di Foursquare nelle ricerche locali. Qui per approfondire l’argomento

Perché i segnali social influenzano il ranking

Una cosa è ora chiara: i motori di ricerca fanno affidamento, fino ad un buon punto, sull’attività Social Media per misurare il valore di un brand. Per Google, avere un post condiviso o con molti likes o ritwittato da un influencer è un segnale social molto importante e viene trattato al pari di un link.

Detto questo ci sono 4 ragioni perché i social signals hanno un effetto significativo sul ranking e perché vengano considerati come i link veri e propri.

frecciaora come ora siamo tutti social. Molti consumatori sono entrati a far parte dei Social Media e passano molto tempo lì. Così naturalmente il trend in crescita è quello di attrarre i clienti soprattutto sui canali social, in modo da far alzare i segnali social relativamente alla popolarità del brand

freccia è più probabile che tu creda alle raccomandazioni di un amico nei risultati di ricerca. Il numero dei tuoi amici che hanno fatto +1, twittato, repinnato o condiviso un post è un’indicazione di quanto rilevante quel contenuto sia stato percepito. Questa è l’essenza dei segnali social.

freccia molte condivisioni Social Media significano che il tuo contenuto è “linkabile”, visto che è condivisibile. Una condivisione è un sostegno per il tuo contenuto proprio come un link. E’ un segno positivo che il tuo contenuto è di valore.

frecciai brands con una forte presenza Social Media ricevono una maggiore fedeltà dai clienti. E quindi i loro siti avranno migliori conversioni, menzioni, clienti che ritornano, maggiori backlink naturali e soprattutto una migliore brand awareness.


Uno sguardo a Google Authorship

googleauthorshipL’implementazione della feature Authorship è utile per distinguere gli autori originali di contenuto dal contenuto duplicato. È anche un modo semplice per attribuire un contenuto ad un autore specifico, che magari pubblica su più risorse, piuttosto che ad un sito.

Google continua a raccogliere dati sugli autori tracciandoli attraverso i domini, analizzando come il loro contenuto viene recepito dai lettori. Questo porta una più alta credibilità agli autori e un maggiore valore ai loro contenuti.

Quindi qual è il segreto del successo con Google AuthorShip? Scrivere contenuti di valore. Si otterranno così più followers, condivisioni e backlinks che daranno altra affidabilità e attendibilità.

Suggerimenti per una presenza Social robusta

Con il lancio di G+, Google ha gestito l’integrazione dei segnali social nel suo algoritmo. E anche se i segnali di Facebook e Twitter sono forse più forti di un +1 al momento, non ci sono dubbi sul fatto che G+ e Google Authorship continueranno a crescere di importanza come fattori di ranking.

Vuoi aumentare la tua presenza social e di conseguenza i segnali che ne derivano? Ecco cosa devi fare:

  • Il blog aziendale
    Crea un blog aziendale se ancora non ce l’hai. Un blog aziendale è uno dei modi migliori per far sentire la tua voce e costruire la tua credibilità. Per ottenere migliori risultati aggiornalo 2 o 3 volte alla settimana, ma non scrivere solo riguardo alla tua società, scrivi contenuti di qualità o contatta webwriters esperti che popolino l tuo blog. L’ultima cosa di cui hai bisogno è avere contenuti di scarsa qualità che andrebbero a minare subito la reputazione della tua azienda.
  • Profili social media
    Crea profili e pagine per tutti i maggiori Social Networks: Facebook, Twitter, Google + Linkedin, Pinterest e Youtube. Sono importanti per dare credibilità al brand. Se non hai abbastanza tempo per amministrarli, considera la possibilità di rivolgerti ad un social media manager o ad un collega interno che abbia le medesime competenze social.
  • Integrate il sito alla vostra presenza offsite
    Non dimenticare di condividere i tuoi post su tutti i canali social. Chiedi ai tuoi lettori cosa ne pensano. Aggiungi immagini per incrementare l’appeal del post.
  • Collegati agli influencers sui social media
    Parla con loro, cerca le loro opinioni e chiedi di condividere il tuo contenuto.

 

8 pensieri su “SEO e Social: è vero Amore? Ovvero, come i segnali social influenzano i motori di ricerca

  1. Condivido appieno ciò che scrivi, ora come ora, ho notato che la prima cosa che l’utente fa è seguire le condivisioni degli amici social e vedere quanti commenti ha avuto un determinato post. Se poi chi condivide in determinato post è qualcuno ritenuto un “grande” del blog, il gioco è fatto! Le condivisioni e gli apprezzamenti arrivano in men che non si dica, quindi buona cosa è socializzare il più possibile, rendersi disponibili e soprattutto essere se stessi😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...