Rendere efficace una Landing Page

landing page efficace

Traducendo in modo letterale, per Landing Page s’intende generalmente la pagina di atterraggio sulla quale il cliente potenziale arriva al termine dell’azione pubblicitaria, che può essere una campagna PPC (come ad esempio un annuncio Adwords), un banner presente in una webpage, un link all’interno di una mail promozionale.

Ottimizzare una Landing Page ha come scopo quello di migliorare la percentuale di visitatori verso il sito, che possono quindi diventare da semplici utenti a possibili compratori e quindi futuri clienti. Tutto questo in un limitatissimo arco temporale, tra il decimo di secondo e i 4 secondi, durante i quali si forma la prima impressione. Se poi si considera che statisticamente il 50% dei visitatori di una Landing Page se ne va entro 8 secondi, il tempo a disposizione è poco più che un battito di ciglia.

Quali caratteristiche deve avere una landing page per centrare il suo obiettivo?
Innanzitutto ribadiamo il bersaglio di una Landing Page: convertire!
Per raggiungerlo bisogna lavorare su precisi elementi che compongono una Landing Page.

La Testata e il Copy

Questi due elementi sono strettamente connessi l’un con l’altro.

La testata deve essere potente da un punto di vista visuale, che sia un’immagine o che sia testuale, deve catturare l’attenzione del visitatore, indurlo a leggere il contenuto della pagina e quindi a compiere l’azione richiesta.
Il copy, cioè il breve testo presente sono la testata, deve essere conciso e coerente, deve andare subito al punto e dare all’utente ciò che si aspetta: informazioni precise sul messaggio che si sta veicolando.
Ovviamente deve essere scritto in modo impeccabile, senza errori di scrittura, di grammatica o di battitura. Un semplice errore può infastidire la lettura ed e minare irrimediabilmente la fiducia del visitatore che lo associa mentalmente ad una scarsa attenzione nell’esecuzione del tuo lavoro (“e se non fai bene il tuo figuriamoci il mio”).

La CTA (Call To Action)

Una volta letti testata e copy, l’utente non deve avere problemi nel capire cosa fare.

A questo punto quindi si dovrà inserire la Call To Action.
La CTA deve essere diretta, e le parole usate devono essere studiate a seconda del target cui fa riferimento la Landing Page.
Analizza accuratamente le keywords migliori per invocare l’azione: Clicca ORA, Iscriviti SUBITO, Registrati Gratis!
E’ importante suggerire una sensazione di immediatezza: “se fai adesso quello che ti dico è meglio”.

Il bottone della CTA deve essere posizionato da solo, lontano da altri elementi che possano generare confusione o distrarre il visitatore e, naturalmente, nel caso la landing preveda uno scrolling, deve essere inserito nella parte più visibile della pagina.

Ulteriori elementi relativi al messaggio

A questo punto si possono inserire atro testo, immagini, video o testimonianze utili a costruire la fiducia del visitatore, sempre mantenendo i componenti principali prima dello scrolling.

Fase di Test

Una volta terminato il lavoro di ottimizzazione, arriva la fase, importantissima, di test.
Per migliorare il tasso di conversione e assicurare il massimo ritorno del tuo investimento devi fare una serie di test che ti aiutino a valutare il giusto impatto di layout e contenuti.
4sec
La Landing Page è il passaggio più cruciale e vulnerabile
all’interno del funnel relativo alla campagna: ricorda che in meno di 4 secondi deve riuscire a catturare l’attenzione del lettore.
Per questo testare quali siano le combinazioni migliori è fondamentale per avere successo.

Ci sono due possibili test da effettuare.

  • L’ A/B test ti permette di confrontare due tipi di copy, di immagini o di CTA. Le due Landing Page saranno simili tranne nel particolare a confronto.
  • Il Multivariate Test invece confronta due Landing Page completamente diverse (come ad esempio una pagina lunga e una corta, due diversi layout ecc.)

Ci sono diversi siti che offrono la possibilità di testare le proprie Landing Page (qui ne trovate una lista)  mentre su Wichtestwon potete mettere alla prova le vostre capacità di interpretazione degli elementi di ottimizzazione partecipando  al test of the week, o rispondendo al Pop Quiz su “quanto pensate di sapere sul A/B Test”

Infine, da un sondaggio di Adobe 2013 sul Digital Marketing Optimization (qui potete scaricare l’intero rapporto)  è risultato che gli elementi più importanti da testare sono: il Testata e il Copy, la CTA, il form legato alla CTA (se esiste) e il Layout.

Anatomia di una Landing Page ad alto tasso di conversione

landing2

7 consigli per creare una landing page efficace

7 consigli per creare una Landing Page Efficace

7 consigli per creare una Landing Page Efficace

Un pensiero su “Rendere efficace una Landing Page

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...