Quali errori fanno scappare i visitatori dal tuo sito?

sito perfetto


La home page è come l’entrata di casa tua
: può essere invitante o al contrario far fuggire  la gente che bussa alla tua porta.

Secondo i Internet Live Stats, ci sono più di 990 milioni di siti web, più di 3 miliardi di utenti internet.

Cosa puoi fare per il tuo sito affinché si distingua dalla massa?

Innanzitutto essere utile.

I clienti/visitatori cercano contenuti che:

  • insegnino a fare qualcosa
  • rispondano a questioni per loro importanti
  • li aiutino a prendere decisioni d’acquisto

Essere originali

Se hai copiato del contenuto di qualcuno perché lo trovavi interessante, cerca di personalizzarlo il più possibile con opinioni tue, infografiche, report. Questo ti permetterà di dare del nuovo valore al testo.

Essere affidabili

Continua a produrre contenuti utili per mantenere alta la tua credibilità; nello stesso tempo usa la pagina Chi Siamo per stabilire un legame di fiducia con il visitatore/cliente.

Essere “friendly”

Scrivere in modo forzato, per piacere ai motori di ricerca e non alle persone, è un metodo vecchio e sbagliato per proporsi nel mercato. Crea contenuti utili e condivisibili, senza ovviamente dimenticare gli accorgimenti base per la SEO.

A questi suggerimenti, aggiungo anche una lista di scelte sbagliate da evitare o correggere per non perdere visitatori e quali rimedi puoi usare per aumentare vendite e conversioni sul tuo sito.
Continua a leggere

Perché non puoi ignorare i Social Media

non ignorare

Sebbene sia un fenomeno relativamente recente, il Social Media è diventato parte attiva e vitale di quel mix moderno che è oggi il marketing. 

Oggi come oggi, una presenza in ognuno dei  “Grandi Social Network” (Facebook, LinkedIn e Google+) è diventata un obbligo per chiunque sia proteso a far viaggiare i suoi affari ad una velocità maggiore. Per avere una prova di quanto le piattaforme Social siano fertili in fatto di leads, basta pensare ai numeri: in Italia 60% degli italiani accede regolarmente a internet, e gli account attivi sui canali social sono 28 milioni (Fonte)

Senza un profilo social su piattaforme come Linkedin, Pinterest e il sempre più in ascesa Instagram (si, anche per le aziende!), il rischio è quello di diventare un buco strategico per quelle compagnie che cercano di esporsi maggiormente nel digital market.

report 2015 smmQualche fatto che mostra il grandissimo ruolo dei Social Media nell’odierno mondo degli affari (qui il 2015 Social Media Marketing Industry report completo).

  • Il 92% dei marketers afferma che il Social Media è importantissimo per il loro business
  • Spendendo al massimo 6 ore a settimana più del 64% dei marketers  trae benefici di lead generation con i social media
  • Per il 75% di coloro che riportano risultati positivi, l’aumento di traffico è uno dei maggiori benefici dei Social Media
  • Un significativo 91% di tutti coloro che hanno dedicato alle piattaforme Social parte della loro strategia di marketing da almeno un anno, ha riportato un notevole incremento della loro visibilità nel mercato
  • La piattaforma preferita rimane Facebook (52%), seguita da LinkedIn (21%), Twitter (12%) e Youtube (4%).
    Continua a leggere

5 aspetti SEO da approfondire per rendere la tua strategia efficace

seo fattori migliori

Una buona strategia SEO è la differenza  tra il farsi trovare facilmente e il perdersi nel rumore di fondo di altri migliaia che come te cercano di emergere dalla massa.
Ogni giorno, sempre di più, per avere successo nella SEO bisogna strutturare una robusta strategia che combini insieme pagine web integrate da grandi contenuti, links credibili e i social media.
Ognuno di questi elementi supporta gli altri portando straordinario valore ai lettori, costruendo la propria influenza, distribuendo contenuto attraverso nuovi canali.

Che tu sia imprenditore, manager o tecnico che mangia pane e SEO per colazione, ci sono alcune strategie che dovresti approfondire per assicurarti che i tuoi contenuti facciano il loro dovere.
Continua a leggere

Chi ha paura dei Social Media?

chi ha paura social media


Ti sei mai chiesto se stai usando i Social Media in modo che possano esserti d’aiuto o se al contrario stanno provocando un danno ai tuoi affari? C’è una forte concezione errata che ruota attorno ai social media e cioè: se un business è coinvolto nei social automaticamente se ne ricevono benefici.
La verità invece è molto differente.

I tuoi affari beneficiano dei social se li usi nel modo corretto e se sei in grado di attrarre i tuoi fan/follower adeguatamente.
Continua a leggere

Facebook: la tua pagina aziendale è interessante per il tuo pubblico?

dislikeFacebook è pieno di pagine aziendali misere, poco aggiornate e con pochissimi fan, oppure con migliaia di fan ma poco coinvolgimento diretto, solo 3 o 4  like ai post (che di fronte a, per esempio, 1000 followers della pagina, sono decisamente scarsi).

Se anche la vostra pagina rientra in questa categoria, forse vi dovete chiedere in cosa state sbagliando.

Continua a leggere

Linkedin: la foto del vostro profilo veicola il giusto messaggio per la vostra carriera?

profilo linkedin

Una foto vale più di mille parole, recita un famoso adagio e si riferisce alla capacità che possiede una singola immagine di poter esprimere un concetto molto complesso.
Tenendo in considerazione questa premessa, proviamo insieme a capire perché su LinkedIn uno dovrebbe mettere la foto profilo che ritrae:

Continua a leggere

Linee guida per sviluppare un piano anti crisi

piano anti crisi sm

Una crisi è un evento improvviso, spesso destabilizzante, con il quale le imprese si devono confrontare sempre più spesso,  essendo ormai strettamente collegato al mondo Social Media, che per sua natura è aperto e in costante evoluzione.

Chiunque utilizzi le piattaforme di comunicazione social per il marketing sa che ci sono dei rischi da mettere in conto. Questo non significa dover abbandonare i propri presidi sui social networks. I benefici di una strategia di Content Marketing supportata dai Social sono numerosi, senza dimenticare il fatto che crescono ogni volta che avviene un’interazione tra il proprio brand e i social media.

Redigere un documento dove analizzare le azioni da compiere e i personaggi da coinvolgere attivamente, può aiutare ad essere preparati a qualunque crisi si sia chiamati ad affrontare e quindi a rispondere velocemente e con efficacia.

Purtroppo, non sempre le imprese danno la giusta importanza ad un simile evento e può capitare di dover affrontare delle emergenze in modo sbagliato, adottando comportamenti suggeriti dal panico e dalla fretta che potrebbero essere addirittura più dannosi della crisi stessa.

Come sviluppare un piano per gestire una crisi sui social
Continua a leggere

I 7 peccati capitali di una Landing Page

come non deve essere la landing page

Dopo aver spiegato come deve essere una Landing Page efficace, perché non analizzare  come NON deve essere?

Se è ben progettata una Landing Page arriva al suo scopo, e cioè aiutare il tuo sito a convertire utenti in clienti e a raccogliere informazioni e contatti. Se è costruita male una Landing Page può avere l’effetto contrario!

Questi sono i 7 errori che una Landing Page dovrebbe evitare a tutti i costi.
Continua a leggere

Rendere efficace una Landing Page

landing page efficace

Traducendo in modo letterale, per Landing Page s’intende generalmente la pagina di atterraggio sulla quale il cliente potenziale arriva al termine dell’azione pubblicitaria, che può essere una campagna PPC (come ad esempio un annuncio Adwords), un banner presente in una webpage, un link all’interno di una mail promozionale.

Ottimizzare una Landing Page ha come scopo quello di migliorare la percentuale di visitatori verso il sito, che possono quindi diventare da semplici utenti a possibili compratori e quindi futuri clienti. Tutto questo in un limitatissimo arco temporale, tra il decimo di secondo e i 4 secondi, durante i quali si forma la prima impressione. Se poi si considera che statisticamente il 50% dei visitatori di una Landing Page se ne va entro 8 secondi, il tempo a disposizione è poco più che un battito di ciglia.
Continua a leggere