Linkedin – 19 errori da mettersi le mani nei capelli!

Errori linkedin

Se non state ottenendo i risultati sperati, è possibile che stiate commettendo uno o più errori su Linkedin che fanno scappare i vostri potenziali clienti.

Avete una sola possibilità per fare buona impressione al primo contatto, e quando la gettate via per errori di questo tipo, avete seriamente chiuso la porta ad una possibile relazione ricca di opportunità.

Qui ci sono 19 errori suggeriti da Melani Dodaro che non dovrebbero essere mai commessi (e a cui è possibile rimediare!)

1 Il vostro profilo è incompleto

Un profilo incompleto non comunica credibilità ai prospect. E’ vero, completarlo non è proprio facile, e non lo è nemmeno fare in modo che sia orientato esattamente verso al vostro target specifico, ma è importante averlo.

Come ottimizzare al meglio il vostro profilo? In questo articolo potete trovare ottimi consigli

2 Scrivere informazioni vaghe

Bisogna essere il più specifici possibile quando descrivi cosa fate e la tipologia precisa del cliente a cui vi rivolgete. Non basta dire cosa fate. La cosa migliore è menzionare proprio il tipo di business o lavoro a cui fate riferimento. Un esempio.

3 Inviare richieste di contatto senza una nota personale

A mio parere è uno degli errori più fastidiosi. La richiesta non deve essere stravagante, basta dire semplicemente perchè volete connettervi e magari menzionate un contatto comune o un gruppo che frequentate entrambi.

4 Non ottimizzare il vostro profilo per la ricerca

Che senso ha avere un profilo se poi nessuno vi trova? Allo stesso modo in cui usiamo Google per cercare informazioni, LinkedIn viene usato per cercare le persone. Per questo è necessario avere un approccio SEO anche nella compilazione del proprio profilo

Scegliete 2-3 parole chiave importanti che descrivano quello che fate, in cosa siete esperti.

5 Una foto del profilo inesistente o non professionale

Ne ho parlato anche io in quest’articolo, e troverete conferme un po’ da tutti gli esperti del campo. In ogni caso, una delle scelte peggiori che possiate fare è quella di non mettere una vostra foto o di metterne una non professionale.

6 Infarcire il profilo con keywords inutili

L’algoritmo di ricerca di LinkedIn per ora funziona ancora secondo la vecchia scuola dei motori di ricerca. Più viene ripetuta una frase o una parola e più il vostro nome apparirà in alto nella classifica. Funziona, ma è orribile da vedere. Viene subito da pensare che abbiate fatto un copia e incolla di quella parola chiave fino a riempire ogni spazio disponibile. La vostra credibilità dipende anche da questo. Se abusate dell’algoritmo sicuramente non ne guadagnerete .

7 Chiedere raccomandazioni a chi non conoscete

Se qualcuno che non conoscete vi chiedesse una raccomandazione, cosa pensereste? Anche in questo caso la credibilità è appesa ad un filo!

8 Inviare messaggi di massa

Se è importante per ciascun destinatario, a volte può essere utile inviare lo stesso messaggio a più persone su Linkedin. Attenzione. Uno degli errori più grandi è quello di non spuntare il box “Consenti ai destinatari di visualizzare nomi e indirizzi email reciproci”

9 Chiedere Likes per Facebook/followers per Twitter

Non fatelo, per favore. Innanzitutto non è detto che chi usa LinkedIn, sia anche su Facebook o Twitter. Sembra veramente un gesto disperato e pacchiano, non servirà a costruire relazioni propositive con i vostri collegamenti. Non so voi, ma “disperato” e “pacchiano” vorrei che non fossero mai associati al mio lavoro.

10 Vendere prima del saluto

Vi è mai capitato di mettere nelle mani di qualcuno il vostro biglietto da visita ancora prima di stringergliela, allo scopo di vendere qualcosa? Ovviamente no. Allo stesso modo si deve gestire la comunicazione coni contatti on line.

Io amo il social marketing e amo LinkedIn, ma trovo esasperante quando qualcuno tenta di vendere qualcosa immediatamente. Prima bisogna sviluppare una relazione con le persone, nel mondo docial così come nella vita reale.

11 Andare off topic nei gruppi

Ci sono migliaia su migliaia di gruppi su LinkedIn, è giusto impiegare un po’ di tempo per trovare quello più opportuno che punta direttamente al tuo target. Una volta trovati i gruppi più coerenti, è importante che tutto ciò che posterai sia chiaro e di valore per i membri, oppure le vostre comunicazioni verranno cancellate o etichettate come spam.

12 Postare link nei gruppi senza iniziare una conversazione

Se seguite le regole degli admin dei gruppi, non vi capiterà di commettere questo errore perché la maggior parte dei gruppi rifiuta i link auto promozionali. Il vostro articolo potrebbe anche essere coerente con l’intento del gruppo, ma ricordate che il focus dei gruppi è creare conversazione. Non è solo una tattica per portare traffico al vostro sito, ma in questo modo risulterete fra i membri più attivi e farete felici i moderatori del gruppo!

13 Dire “ho visto che hai guardato il mio profilo”

E’ un atteggiamento che fa letteralmente rabbrividire. Se qualcuno è davvero interessato a voi, dopo aver visto il profilo, vi contatterà. Se volete connettervi con qualcuno che ha visitato il vostro profilo evitate di usare la frase “ho visto che hai guardato il mio profilo”.

14 Mentire

Nessuno ama i bugiardi e chiunque può facilmente investigare quando qualcosa sembra essere poco credibile. Non c’è nulla di sbagliato nel mettersi in evidenza per attirare la giusta audience, a patto che non si menta. Ci vogliono anni per costruirsi una buona reputazione e basta una sola bugia per distruggerla.

15 Non essere costanti negli aggiornamenti

Aggiornare il proprio status di LinkedIn (in modo professionale, condividendo o consigliando articoli) è un modo per aumentare la vostra credibilità e autorità nell’ambito lavorativo in cui operate. E per di più è un modo per rimanere sempre in vista nel proprio network.

16 Essere negativi

La negatività è qualcosa che non dovrebbe essere mai associata alla vostra presenza online. Specialmente in un luogo come LinkedIn, dominata da conversazioni professionali.

17 Non personalizzare la vostra URL

Farlo è semplice e vi assicura un indirizzo unico e riconoscibile.

18 Non personalizzare i link nel profilo

E’ simile al punto precedente. Andando su ‘Modifica le informazioni di contatto’, potrete modifcare i link (chiamato sito web) che vi riguardando. Inserendo “Altro” nel menu a tendina, vi viene data la possibilità di personalizzare il link del vostro sito.

19 Dimenticare che LinkedIn è uno strumento di lavoro

Postare meme divertenti, foto di famiglia o articoli satirici non è una buona idea. Ci sono altri luoghi dove postare questi contenuti. LinkedIn è riservato al lavoro e al business.

E secondo voi? quali sono i peggiori errori da mani nei capelli?

3 pensieri su “Linkedin – 19 errori da mettersi le mani nei capelli!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...